Ministero della pubblica amministrazione

logo

Aree d'interesse

Accesso Docenti Accesso Famiglie
Albo Pretorio  Amministrazione Trasparente 
Albo Sindacale SPORTELLO DIGITALE
Emergenza COVID  pago in rete
   

 

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

(Art. 3 D. P. R. 21 novembre 2007, n. 235)

Approvato con Delibera del Collegio dei Docenti del 02/09/2021

Approvato con Delibara del Consiglio di Circolo del 02/09/2021

La scuola è l’ambiente di apprendimento in cui promuovere la formazione di ogni alunno, la sua interazione sociale, la sua crescita civile. L’interiorizzazione delle regole può avvenire solo con una fattiva collaborazione con la famiglia; pertanto la scuola persegue l’obiettivo di costruire un’alleanza educativa con i genitori, mediante relazioni costanti nel rispetto dei reciproci ruoli.

Questa alleanza educativa trova la sua espressione nel seguente Patto di Corresponsabilità Educativa.

Il Patto di Corresponsabilità Educativa, sottoscritto dai genitori affidatari e dal Dirigente Scolastico, rafforza il rapporto scuola/famiglia in quanto nasce da una comune assunzione di responsabilità e impegna entrambe le componenti a condividerne i contenuti e a rispettarne gli impegni.

Il Patto, dunque, rappresenta il quadro delle linee guida della gestione della scuola, democraticamente espresse dai protagonisti delle singole istituzioni scolastiche, a livello territoriale.

Al fine di consentire all’istituzione scolastica di realizzare con successo le finalità educative e formative, cui è istituzionalmente preposta, ciascun soggetto è tenuto ad adempiere correttamente ai doveri che l’ordinamento gli attribuisce.

 

 

LA SCUOLA SI IMPEGNA A…

LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A…

L’ALUNNO SI IMPEGNA A…

OFFERTA FORMATIVA

Proporre un’Offerta Formativa rispondente ai bisogni dell’alunno ed a lavorare per il suo successo formativo.

Leggere, capire e condividere il Piano dell’Offerta Formativa ed a sostenere l’Istituto nella sua attuazione.

Ascoltare gli insegnanti e porre domande pertinenti.

RELAZIONALITA’

Favorire un ambiente sereno e adeguato al massimo sviluppo delle capacità dell’alunno.

Promuovere i rapporti interpersonali positivi fra alunni ed insegnanti e fra scuola e famiglia, stabilendo regole certe e condivise.

Considerare la funzione formativa della Scuola e dare ad essa il giusto valore in confronto ad altri impegni extrascolastici.

Impartire ai figli le regole del vivere civile, dando importanza alla buona educazione, al rispetto degli altri e delle cose di tutti.

Considerare la Scuola come un impegno fondamentale.

Comportarsi correttamente con compagni ed adulti.

Rispettare gli altri.

Rapportarsi agli altri evitando offese verbali e/o fisiche.

Usufruire correttamente ed ordinatamente degli spazi disponibili e del materiale di uso comune.

Riconoscere e rispettare le regole nei diversi ambienti.

Accettare le difficoltà e gli errori degli altri.

Accettare il punto di vista degli altri e sostenere con correttezza la propria opinione.

Rivolgersi in maniera corretta alle persone nelle diverse situazioni comunicative.

INTERVENTI EDUCATIVI

Trasmettere avvisi, comunicazioni e annotazioni per mantenere uno stretto e costruttivo contatto con le famiglie.

Sostenere negli alunni la maturazione di competenze sociali e comportamentali considerando la classe e la scuola una comunità educante.

Garantire coerenza di comportamento e interventi tempestivi per garantire la sicurezza e il benessere degli alunni e il loro apprendimento sereno.

Firmare sempre tutte le comunicazioni per presa visione facendo riflettere i figli, ove opportuno, sulla finalità educativa delle comunicazioni.

Non portare bambini durante le riunioni lasciandoli soli nell’atrio o nell’ambiente scolastico.

Non esprimere opinioni o giudizi sugli insegnanti e sul loro operato in presenza dei figli per non creare loro insicurezze.

Rispettare le consegne. Riflettere con adulti e compagni sui comportamenti da evitare. Riflettere sulle eventuali annotazioni ricevute.

Tenere un comportamento adeguato in tutti gli ambienti scolastici e durante tutte le attività educative e le uscite didattiche.

Ascoltare le osservazioni critiche dei docenti in modo corretto, rispettoso e responsabile.

PARTECIPAZIONE

Aprire spazi di discussione e tenere in considerazione le proposte di alunni e genitori. Essere disponibili al confronto e a fornire informazioni.

Partecipare attivamente alle riunioni previste.

Fare proposte e collaborare alla loro realizzazione in relazione alle competenze e alle disponibilità.

Ascoltare democraticamente compagni e adulti.

Partecipare alla vita della classe e della scuola.

Esprimere il proprio pensiero. Collaborare alla soluzione di problemi.

INTERVENTI DIDATTICI

Migliorare l’apprendimento degli alunni, effettuando interventi individualizzati o in piccoli gruppi e diversificando l’offerta.

Partecipare alle proposte formative utili a sostenere lo sviluppo professionale.

Prendere periodico contatto con gli insegnanti.

Cooperare con loro per l’attuazione di eventuali strategie di recupero.

Partecipare alle attività individualizzate e in piccoli gruppi.

PUNTUALITA’

Garantire la puntualità e la continuità del servizio scolastico.

Garantire la regolarità della frequenza scolastica.

Garantire la puntualità del figlio all’ingresso a scuola.

Rispettare l’ora di inizio delle lezioni.

Far firmare gli avvisi scritti.

COMPITI

Assegnare le esercitazioni in relazione alle necessità e verificare che il carico non sia eccessivo tenendo conto degli impegni scolastici previsti (rientri, eventi, uscite didattiche…).

Verificare che i compiti non svolti siano consegnati il giorno successivo.

Assegnare compiti coerenti con il programma svolto.

Fare in modo che ogni lavoro intrapreso venga portato a termine.

Evitare di sostituirsi ai bambini e ai ragazzi nell’esecuzione dei compiti e nell’assolvimento degli impegni.

Aiutare i figli a pianificare e ad organizzarsi: orario, angolo tranquillo, televisione spenta, controllo del diario, preparazione della cartella. Richiedere ai figli di portare a termine ogni lavoro intrapreso.

Prendere regolarmente nota dei compiti assegnati.

Pianificarli.

Svolgerli con ordine.

VALUTAZIONE

Non drammatizzare l’errore, ma considerarlo come una fase del processo di apprendimento.

Controllare con regolarità i compiti, correggerli in tempi ragionevolmente brevi.

Garantire la trasparenza della valutazione esplicitando criteri e metodi.

Adottare un atteggiamento nei confronti degli errori dei propri figli uguale a quello degli insegnanti.

Collaborare per potenziare nel figlio la coscienza delle proprie risorse e dei propri limiti.

Considerare l’errore occasione di miglioramento.

Riconoscere le proprie capacità, le proprie conquiste ed i propri limiti come occasione di crescita.

 

INTEGRAZIONE DEL PATTO DI CORRESPONSABILITÀ A SEGUITO DELL’EMERGENZA SANITARIA DA SARS-CoV-2

L’eccezionalità a cui l’emergenza sanitaria da SARS-CoV-2 ha costretto tutti i settori della vita privata, sociale e lavorativa, non ha potuto fare a meno di coinvolgere, inevitabilmente, anche la scuola che è stata chiamata a valorizzare gli ambiti dell’autonomia scolastica e fornire loro spazi di coordinamento finalizzati a coinvolgere i diversi attori in un rinnovato  patto di corresponsabilità educativa che, per i soggetti coinvolti, si esplica nel modo di seguito riportato.

La Scuola s’impegna a:

  1. Realizzare tutte le misure contenitive, organizzative e di prevenzione per l’attività didattica in presenza, nei limiti delle proprie competenze e con le risorse a disposizione, nel rispetto della normativa vigente e delle linee guida emanate dal Ministero della Salute, dal Comitato tecnico-scientifico e dalle altre autorità competenti, finalizzate alla mitigazione del rischio di diffusione del SARS-CoV-2, tra cui:
  • il distanziamento interpersonale minimo di un metro, nelle aule, negli altri spazi didattici e in quelli comuni; fatto salvo per la palestra, dove l’esercizio fisico si dovrà svolgere a distanza di 2 metri, similmente alla distanza che dovrà intercorrere fra cattedra, lavagna d’ardesia, LIM e banchi degli alunni;
  • la predisposizione di percorsi che garantiscano il distanziamento, tenendo conto anche delle situazioni a rischio affollamento e aggregazione non strutturata fuori dal contesto dell'aula;
  • ricorrere ad opportune misure di igienizzazione;
  • garantire in tutti gli spazi un adeguato e regolare ricambio d'aria;
  1. seguire, per quanto riguarda il corpo docente e il personale ATA, tutte “le precondizioni” necessarie all’attività didattica in presenza:
  • assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5 C anche nei tre giorni precedenti;
  • non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • non essere stati a contatto con persone positive, per quanto a propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni e restare a casa in caso di sintomatologia respiratoria o temperatura superiore a 37,5°C;
  • indossare la mascherina.
  1. Organizzare e realizzare azioni di informazione rivolte a all’intera comunità scolastica e di formazione del personale per la prevenzione della diffusione del SARS-CoV-2;
  2. Offrire iniziative in presenza e a distanza per il recupero degli apprendimenti e delle altre situazioni di svantaggio determinate dall’emergenza sanitaria;
  3. Intraprendere azioni di formazione e aggiornamento del personale scolastico in tema di competenze digitali al fine di implementare e consolidare pratiche didattiche efficaci con l’uso delle nuove tecnologie, utili anche nei periodi di emergenza sanitaria, a supporto degli apprendimenti delle studentesse e degli studenti;
  4. Intraprendere iniziative di alfabetizzazione digitale a favore delle alunne e degli alunni al fine di promuovere sviluppare un uso efficace e consapevole delle nuove tecnologie nell’ambito dei percorsi personali di apprendimento;
  5. Garantire la massima trasparenza negli atti amministrativi, chiarezza e tempestività nelle comunicazioni, anche attraverso l’utilizzo di strumenti informatici, garantendo il rispetto della privacy.

I Genitori e gli Alunni s’impegnano a:

  1. Prendere visione del Regolamento recante misure di prevenzione e contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 dell’Istituto e informarsi costantemente sulle iniziative intraprese dalla scuola in materia;
  2. Rispettare le “precondizioni” necessarie per la presenza a scuola per tutto il periodo dell’emergenza sanitaria. Esse si possono esplicitare nel modo che segue:
  • assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5° C anche nei tre giorni precedenti;
  • non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • non essere stati a contatto con persone positive, per quanto a propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni e restare a casa in caso di sintomatologia respiratoria o temperatura superiore a 37,5°C;
  1. Condividere e sostenere le indicazioni della scuola, in un clima di positiva collaborazione, al fine di garantire lo svolgimento in sicurezza di tutte le attività scolastiche;
  2. Monitorare sistematicamente e quotidianamente lo stato di salute delle proprie figlie, dei propri figli e degli altri membri della famiglia, e nel caso di sintomatologia riferibile al COVID-19 (febbre con temperatura superiore ai 37,5°C, brividi, tosse secca, spossatezza, indolenzimento, dolori muscolari, diarrea, perdita del gusto e/o dell’olfatto, difficoltà respiratorie o fiato corto), tenerli a casa e informare immediatamente il proprio medico di famiglia o la guardia medica seguendone le indicazioni e le disposizioni;
  3. Recarsi immediatamente a scuola e riprendere il proprio figlio in caso di manifestazione improvvisa di sintomatologia riferibile a COVID-19 nel rispetto del Regolamento recante misure di prevenzione e contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 dell’Istituto;
  4. Segnalare al Dirigente scolastico o al suo Primo collaboratore, individuato come referente, gli eventuali casi di positività accertata al SARS-CoV-2 dei propri figli per consentire il monitoraggio basato sul tracciamento dei contatti stretti in raccordo con il Dipartimento di prevenzione locale al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi;
  5. Contribuire allo sviluppo dell’autonomia personale e del senso di responsabilità di alunni ed alunne e a promuovere i comportamenti corretti nei confronti delle misure adottate in qualsiasi ambito per prevenire e contrastare la diffusione del virus, compreso il puntuale rispetto degli orari di ingresso, uscita e frequenza scolastica dei propri figli alle attività didattiche sia in presenza che a distanza;
  6. Responsabilizzare i propri figli a rispettare, all’interno della scuola e durante le attività scolastiche, tutte le procedure igieniche e organizzative che verranno impartite da docenti e personale ATA e che si articolano in tre punti:

- DISTANZIAMENTO

- IGIENIZZAZIONE DELLE MANI

- USO DELLA MASCHERINA quando previsto

 

 

Marsala, ..................................................

 

 

 

FIRMA DEL GENITORE O DELL’ESERCENTE LA RESPONSABILITA’ GENITORIALE

Il sottoscritto ________________________________, genitore dell’alunno ____________________, della classe ____, ai sensi e per gli effetti dell’art. 47 del DPR 28.12.2000, n. 445, sotto la propria personale responsabilità, consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art 76 del citato DPR in caso di dichiarazioni mendaci, dichiara che, nel sottoscrivere il presente patto di corresponsabilità educativa, anche l’altro genitore del predetto alunno è a conoscenza e d’accordo riguardo all’impegno sovrascritto.

 

 
 

 

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Vita D’Amico

 
 
   


 

PNSD

SCUOLA IN CHIARO

ISCRIZIONI ONLINE

Notizie per gli utenti

Calendario eventi

URP

DIREZIONE DIDATTICA STATALE "V CIRCOLO"
Via Re - 91025 Marsala (TP)
Tel: 0923961396
PEO: tpee049008@istruzione.it
PEC: tpee049008@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. tpee049008
Cod. Fisc. 82005530819
Fatt. Elett. UFO8J3